Ihre Browserversion ist veraltet. Wir empfehlen, Ihren Browser auf die neueste Version zu aktualisieren.

Ultimo Aggiornamento

Horloge pour site Orologio per sito

BLOCCO

 

 

 
ORARIO ADESSO
Alletto Carmelo

 FUOCHI

Un uomo al supermercato non riesce a trovare la moglie e, rivolgendosi alla commessa dice: "Scusi, non trovo più mia moglie, non è che potrei fare due chiacchiere con lei?" "Certamente, ma perché?" "Perché tutte le volte che parlo con una bella ragazza lei esce dal nulla..."

http://melusugnu.wixsite.com/carmelo

 

CONTATTARE PER TELEFONO! GRAZIE

KONTAKT PER TELEFON! DANKE

 

QUI

Calcola Pasqua

 

 

 

QUESTO É IL MIO NUOVO SITO VISITATELO GRAZIE

HAUSHALTSAUFLÖSUNG UMZÜGE ENTRÜMPELUNGEN

 

 

 

Calendario gennaio 2015

Calendario 2015

Einfach nur köstlich

Il fumo uccide una persona ogni sei secondi, Aumentare le tasse.

Il fumo uccide. Prima del previsto. Anche se le sigarette sono poche.

 

Home (IT) Italiano LA STORIA DELLA TERRA

 IL MIO AMICO U GATTU SCANDULINU 1

 IL MIO AMICO U GATTU SCANDULINU 2

 IL MIO AMICO U GATTU SCANDULINU 3

IL MIEI GATTI

 

I SAPIENTI ITALIANII SAPIENTI ITALIANI

SI RITORNA ALLE ORIGGINESI RITORNA ALLE ORIGGINE

 cose fra bambini

NON LA CONOSCE ANCORANON LA CONOSCE ANCORA

  cose fra bambini

NON CAPISCONO MA CI PROVANONON CAPISCONO MA CI PROVANO

  

barzelletta del giorno

Come si chiama il più brutto figlio italiano?

Oscar Rafone

 

 

 

 LASCIA UN TUO MESSAGGIO GRAZIE!

Durch * gekennzeichnete Felder sind erforderlich.

DA SAMUEL PER IL NONNODA SAMUEL PER IL NONNO

FAVOLA DEL GIORNO

La vacca, la capretta, la pecora e il leoneLa vacca, la capretta, la pecora e il leone

 

La vacca, la capretta, la pecora e il leone

 

 

Non è mai sicura l'alleanza con il potente: questa favoletta dimostra la mia tesi.

La vacca e la capretta e la pecora rassegnata all'ingiustizia fecero società con il leone nei boschi. Dopo avere catturato un cervo bello grosso, a parti fatte, il leone parlò così: «Io mi prendo la prima perché mi chiamo leone; la seconda me la darete voi perché sono forte; poi, perché valgo di più, mi verrà la terza; se la vedrà brutta chi oserà toccare la quarta».

Così la prepotenza si portò via, lei sola, tutta la preda.

 

 

Guida pratica all'uso dei bagni pubblici

Un paziente: -"Dottore, la mia famiglia crede che io si matto!" -"Perchè?" chiede il medico. -"Solo perchè mi piacciono le salsicce!" risponde l'uomo. -"Non capisco, anche a me piacciono le salsicce!" e il paziente, eccitato: -"Davvero? Allora dovrebbe passare a vedere la mia collezione, ne ho migliaia!!!"

 

 

 

 IL PATTO CON SATANAIL PATTO CON SATANAUn uomo muore e va all'inferno. Qui c'è Satana che gli fa una proposta: "Mi sei simpatico, puoi scegliere se andare all'inferno Tedesco o a quello Italiano: all'inferno Tedesco starai tutto il giorno con una pala a spalare la cacca". E l'uomo: "E a quello Italiano?" E Satana: "starai tutto il giorno con una pala a spalare la cacca". L'uomo: "Ma allora quello Italiano è uguale a quello Tedesco!" Satana: "Beh vedi, non è proprio così. In quello Italiano un giorno manca la pala, un giorno manca la cacca....."

 

 

 

Un contadino ha un maiale grassottello. Un giorno gli si presenta un tizio in divisa e dice: -"Che bel maiale!, che gli dà da mangiare?"   Il contadino: -"Ah, lui mangia tutto: gli dò gli avanzi, gli animali morti, tutte le schifezze che devo buttare."   Il tipo: -"Vergogna! Sono una Guardia Veterinaria! Questo è maltrattamento agli animali! 100.000 Lire di multa!"   Una settimana dopo passa un altro tizio in divisa e dice: -"Un gran bel maiale!, che gli dà da mangiare?"   Il contadino, sospettoso: -"Ah, la mattina il cappuccino e il cornetto, a pranzo le tagliatelle col ragù e a cena la bistecca."   Il tizio: -"Vergogna! Sono della «Lega contro la fame nel mondo»! Ci sono dei bambini che muoiono di fame e lei ad un maiale dà queste primizie! 100.000 Lire di multa!"   Una settimana dopo passa ancora un altro tizio in divisa e dice: -"Veramente un bel maiale!, che gli dà da mangiare?"   e il contadino: -"Ah, non lo so, io gli dò 10.000 Lire e lui se lo va a comprare da solo!"

 

E' una domenica d'estate con pochissimo traffico e Giovanni Paolo II è in viaggio, con una lussuosa limousine nera, verso la sua residenza estiva di Castel Gandolfo. Dal sedile posteriore, attraverso il finestrino fumè, guarda fuori e pensa: -"Ho tutto, sono a capo del Mondo, ma rimpiango quando ero solo cardinale e potevo far tutto, sciare, scalare, guidare..." poi guarda il suo autista e pensa: -"quello là non è nessuno e può fare quello che gli pare... a me piaceva molto guidare, ed ora invece..." gli viene un idea, e bussa al vetro: -"Battista, presto, accosta, fèrmati!" -"Ecco fatto, Santità, che c'è?" -"Presto, dammi il tuo berretto e passa dietro, guido io!" -"Ma che dice, Santità, non posso farlo, se succede qualcosa o qualcuno la vede!" -"Figliuòoolo, fai come ti dico, io sono il Papa, sono infallibile, eppoi non c'è nessuno!" -"E va bene, Santità, ma vada piano..." scavalcando il divisorio di vetro scuro si scambiano di posto, il Papa mette il berretto, ingrana la marcia, e ...parte a razzo. L'autista, preoccupatissimo: -"Oddìo, Santità, non corra così!" e lui: -"Tranquillo, figliuòoolo, la Madonna Nera veglia su di me, non c'è pericolo!" e, eccitato, corre ancora di più. Dietro una curva però è appostato un agente motociclista, e appena la limousine passa rombando, parte all'inseguimento. -"Oh mio Dio, Santità, e adesso che si fa?" -"Non preoccuparti, figliuòoolo, la Madonna ci assiste, andrà tutto bene, tu non farti vedere!". Il Papa rallenta, accosta e si ferma. L'agente si ferma dietro di loro, scende dalla moto e si avvicina: -"Bene, bene! Si corre, eh? documenti!". Il Santo Padre abbassa lentamente il finestrino scuro e: -"Buongiorno, figliuòoolo, avevamo i nostri motivi per correre, ma pagheremo!". L'agente, allibito, balbetta: -"Ma... ma... Lei è... ...Santità... vada, vada pure, mi scusi..." e si genuflette. -"No, no, figliuòoolo, debbo pagare la multa!" -"Ma si figuri, Santità, non posso farlo, vada..." -"Insisto, figliuòoolo, io sono il Papa e ho l'obbligo morale di essere onesto, ti comando di multarmi!". L'agente in ginocchio, rassegnato, a capo chino sbircia l'auto e obbedisce; dopodichè il Papa lo benedice, lo saluta e riparte a razzo. L'agente corre alla centrale, sconvolto, e piomba dal suo capo: -"Mamma mia, chi ho multato, chi ho multato!..." e lui: -"Beh, calmati, chi sarà mai... ...il Sindaco?" -"No, no, di più..." -"Vabbè, hai multato Andreotti? Non è tanto grave..." -"No, no, di più..." -"Allora chi, Clinton?, non sapevo che fosse in Italia..." -"No, no, di più..." -"Ehhh!, esagerato!, e chi sarà mai...!" -"Senta, capo, chi fosse non lo so, ma... aveva il Papa come autista!!!"

 

In un manicomio viene assunto un nuovo psichiatra. Il primo giorno di lavoro il medico decide di passare un pò di tempo nella sala di ricreazione per entrare in confidenza con i pazienti, ma qui si trova di fronte ad una scena che non riesce a comprendere: tutti i pazienti sono radunati di fronte ad uno di loro che urla ad alta voce dei numeri: -"25!" e risate generali. -"12!" e risate. -"23!" grande ovazione. Preoccupato lo psichiatra va a consultarsi con un suo collega che gli spiega: -"Per passare il tempo si raccontano tra di loro delle barzellette, ma siccome ormai sono sempre le stesse, hanno deciso di numerarle per non far fatica a raccontarle ogni volta". -"Ah, ho capito, voglio fare una prova anch'io!" Ritorna nella sala ricreazioni, raduna tutti i pazienti e si mette a gridare: -"12!" (Silenzio generale). -"24!" (Segni di disappunto). -"35!" (Fischi e proteste generali). Innervosito esclama: -"Ma perche' con me non ridete e con quell' altro sì?" -"Perche' tu non le sai raccontare!"

Il Santo Padre va in Africa. Saluta i bambini dicendo: -"Spero che sarete contenti di sapere che vi ho portato tanti regali!" I poveri bambini, magri e affamati, urlano di gioia ed il Papa riprende: -"Bene: vi ho portato un camion di giocattoli!" Vedendo il Papa stupito del silenzio agghiacciante, il cardinale del posto gli si avvicina e gli sussurra: -"Sa... I bambini non mangiano..." Ed il Papa: -"Eh no! Se non mangiate niente giocattoli!"

Il negretto Tommy sta giocando nello sgabuzzino di casa, ma mette un piede in fallo e si rovescia addosso un potente candeggiante per il bucato. Corre subito a sciacquarsi al lavandino del bagno, e guardandosi nello specchio si accorge che la sua pelle è diventata bianca! Corre in cucina dalla mamma: -"Mamy, Mamy, guardami!" ma lei è impegnata a fare la pasta Và via, Tommy, la mamma lavora duramente!" e non lo guarda neppure. Allora corre in camera della sorella: -"Mary, Mary, guardami!" ma lei è impegnata a studiare Và via, Tommy, la tua sorellina domani deve fare un esame!" e non lo guarda neppure. Per ultimo corre nella legnaia dal padre: -"Papy, Papy, guardami!" ma lui è impegnato a spaccare la legna Và via, Tommy, il babbo lavora duramente!" e non lo guarda neppure. E Tommy si allontana borbottando: -

"Ahò!, non so' nemmeno cinque minuti che so' bianco, e già sti' negracci mi stanno sul cavolo!" (ca......o)

 

 

 

Un bambino sardo scrive una lettera a Gesù Bambino -"Per quest'anno voglio la playstation e la pista polistil". A Natale gli arrivano tanti regali tranne quelli richiesti. L'anno successivo torna a scrivere la lettera -"Quest'anno, visto che sono stato bravo, voglio la playstation e la pista polistil!". Anche quest'anno niente. L'anno successivo i genitori, passando davanti al presepe, si accorgono che Gesù Bambino non c'è più, e al suo posto c'è una lettera. Aprendola trovano scritto: -"Cari Giuseppe e Maria, se volete riavere sano e salvo vostro figlio mi dovete portare la playstation e la pista polistil!"

 

Alcune tartarughe vanno a fare un pic nic. Cammina, cammina dopo 2 mesi arrivano sul prato prescelto. Si accingono a bere un aperitivo per iniziare, ma si accorgono di aver dimenticato il cavatappi a casa. Allora una dice: -"Vado io a casa a prendere il cavatappi, però voi non dovete mangiare finchè non arrivo! OK?" Le altre tartarughe accettano e attendono di buon grado l'arrivo della compagna. Passa il tempo... 2 mesi... 6 mesi... 1 anno... e sto' cavolo di tartartuga non arriva. Allora le altre, affamatissime, stanno per buttarsi sul cibo, ma salta fuori la tartaruga da un sasso e dice: -"E no, eh... se fate così non ci vado mica a casa a prendere il cavatappi!"

 

Una mosca sta gustando il suo suntuoso pasto a base di cacca di cavallo, quando una sua amica mosca gli si avvicina e gli dice: -"Posso raccontarti una barzelletta?" e lei risponde: -"Basta che sia pulita perchè sto mangiando!!"

 

Legione Straniera: il comandante avvisa le reclute. -"Nel deserto ci sono tre pericoli da scampare per superare la selezione: i predoni, la carenza d'acqua e il ghiru-ghiru; per i primi due sapete come difendervi, per il ghiru-ghiru dovete sapere che è un serpente a strisce gialle e nere. Quando lo avvistate dovete prendere ogni singola striscia con le dita delle mani e dire: «striscia gialla, striscia nera, striscia gialla, striscia nera» ...e gli infilate due dita nell'unico occhio che ha! Non tornate rovinati o vi sbatto fuori." Ritornano quasi tutti o depredati o mezzi morti dalla sete. Arriva infine l'ultimo tutto distrutto, graffiato e rovinato. Il Comandante, stupito, gli chiede cosa gli fosse successo: -"Guardi", risponde mezzo morto "sono arrivati i predoni e li ho schivati nascondendomi dietro una palma; poi ero quasi morto di sete ma mi sono ricordato delle riserve d'acqua nascoste sotto la sabbia. A quel punto, dietro una roccia, chi ti vedo? Il ghiru-ghiru. Allora comincio: striscia gialla, striscia nera, striscia gialla, striscia nera e zàcchete! Due dita negli occhi!!! -"E allora? sbraita il Comandante. -"Eh!, ha mai provato a infilare due dita nel sedere di una tigre?"

 

Un genovese torna a casa presto dal lavoro. Davanti casa trova parcheggiato il furgoncino di un idraulico. Alzando lo sguardo al cielo: -"Ti prego Signore, fa' che sia il suo amante!!!"

 

ANNUNCIO MORTUARIOANNUNCIO MORTUARIOUna donna di Genova va al giornale per mettere l'annuncio mortuario per il suo povero marito. Fa all'impiegato tutta lamentosa: -"Mi raccomando, voglio spendere poco!" -"Eh, signora... dipende da cosa ci vuole mettere!" -"Giusto lo stretto necessario! Di più non mi è proprio possibile!" -"Allora cosa vuole scriverci?" -"Ci metta: «E' morto Mario Rossi»..." -"E poi?" -"Ci metta anche: «tanto amato». Gli volevo così bene, pace all'anima sua!" -"Allora: «E' morto Mario Rossi, tanto amato»... fanno 200 mila lire!" -"Duecentomilaaa??? Così tanto?" -"Eh, signora cara, queste sono le tariffe per gli annunci!" -"Senta, ma un pò di sconto non me lo potete fare?" -"Non so che dirle! Un attimo che lo chiedo al direttore!" L'impiegato va nell'ufficio del direttore e poi torna: -"Signora... ha detto che lo sconto proprio non glielo possiamo fare! Però per la stessa cifra se vuole ci può aggiungere altre tre parole!" -"Altre tre parole?? Allora ci metta: «OCCASIONE, VENDESI CITROEN»"

 

Alla facoltà di matematica viene organizzata una festa esclusiva, aperta ai soli asterischi. Dopo vari asterischi tutti molto eleganti, si presenta davanti al buttafuori un punto, che chiede di entrare. -"Uè," fa il buttafuori -"guarda che è una festa di asterischi, i punti non possono entrare!" -"Ma va, pistola! Non vedi che c'ho il gel!"

 

 

LO STUDENTE ASINO MA SVEGLIOLO STUDENTE ASINO MA SVEGLIOUn professore emerito, vecchio stampo, sta interrogando un candidato durante un esame. Il candidato è piuttosto sveglio, ma poco preparato sull'argomento, al punto che dopo qualche risposta incerta e biascicata, il professore interviene interrompendolo ed esclama con aria spocchiosa: -"Assistente, porti della biada per l'asino!" e lo studente fulmineo: -"Per me una birra! "

 

Facoltà di Giurisprudenza: esame di codice di procedura civile. Il professore esordisce con una domanda: -"Dunque... mi saprebbe dire cos'è la 'frode'?" -"Per esempio, una frode è se lei mi boccia!" -"Cooome??!! Come sarebbe a dire?" -"Eh, sì, la frode si ha quando uno approfitta dell'ignoranza altrui e lo danneggia!"

 

 

I DUE AMICI POLITICII DUE AMICI POLITICIDue amici intraprendono la carriera politica e si perdono di vista. Dopo un pò di anni il primo va trovare il secondo. Questo ha una casa enorme, con tre macchine, autista, piscina e campi da tennis: -"Senti un pò, ma come hai fatto?" -"Eh, beh, sai... sono diventato assessore ai lavori pubblici..." -"Beato te... con lo stipendio che ho io, altro che una casa come questa!!!" -"Beh... vuoi sapere come si fa? La vedi quella strada che passa là in fondo?" -"Si... perchè?" -"Beh, è bastato farla un pò più stretta... un pò più corta..." -"Aaaaaaahhh, ora ho capito!" Dopo un paio di anni si ritrovano a casa dell'altro, una supermegavilla con campo da tennis, piscina, un parco macchine esagerato... -"Porca miseria... sei ancora più in gamba di me! Ma come hai fatto?" -"Vedi la strada là in fondo?" -"NO." -"Appunto!"

 

CAVALLO CHE PARLACAVALLO CHE PARLA

 

 

 

Un cavallo entra in un cinema, si dirige verso la bigliettaia e con fare disinvolto dice: -"Un biglietto per favore!" La cassiera gridando: -"Mio Dio... un cavallo che parlaaa!!!" -"Non si preoccupi signora... in sala sto' zitto!"

 

SENZA TETTOSENZA TETTOUn barbone ruba un pollo per sfamarsi e va sulle rive del fiume a mangiarlo. Accende un fuocherello, tira il collo alla gallina e comincia a spennarla. All'improvviso arriva un vigile, il barbone butta subito il pollo nell'acqua, ma il vigile avendolo notato: -"Cosa ha buttato nell'acqua?" -"Nell'acqua? Io? Niente, perchè?" -"E allora cosa sono tutte queste penne?" -"Niente... c'era un pollo che si voleva fare un tuffo e m'ha detto se gli davo un'occhiata ai vestiti!"

 

 

IL GUARDIANO DI GALLINEIL GUARDIANO DI GALLINEIL GUARDIANO DI GALLINE

Due amici si incontrano dopo diverso tempo che non si vedevano e uno dei due, un tipo di solito calmo e tranquillo, si mostra ipereccitato al punto da balbettare visibilmente. -"Ehilà ciao, come va?" -"M-M-Ma lascia s-s-s-stare, ho un la-la-la-lavoro che mi-mi sta po-po-po- portando alla to-to-to-tomba!" -"Accidenti ma che razza di lavoro fai?" -"So-sono un gua-guardiano di-di ga-ga-galline..." -"Per la miseria, non credevo che un lavoro come il tuo potesse portare una persona all'esaurimento. Ma per la precisione, in cosa consiste?" -"Nie-niente... a-a-a-alla ma-mattina mi me-me-metto in me-mezzo all'aia e chia-chiamo le ga-ga-galline fa-facendo cooo cooo cooo ccoo e que-quelle escono da-dalle sti-stie e ve-ve-ve-vengono a beccare il mangime, ca-ca- capirai centomi-mi-mila ga-galline! Po-po-poi a-a-alla sera va-vado alle stie e chia-chiamo le ga-ga-galline facendo cooo cooo cooo cooo e-e-e ce-ce-centomila ga-galline rientrano ne-nelle stie a do-dormire per la no-notte." -"Beh, non mi sembra nè difficile nè stressante, ma come mai?" -"Fa-fammi fi-fi-fi-finire!!! E' solo che c'è u-u-u-una ga-ga-gallina la sera che no-non vu-vu-vuole mai rientrare ed a-a-a-allora io vado in mezzo all'aia do-dove quella sta-sta a be-beccare e le-le faccio: 'La fa-fai fini-fini-finita dii rompere i CO-CO-CO-CO...' e centomila ga-ga-galline escono di-di nuovo da-da-da-dalle stie..."

 

 

IL CANARINOIL CANARINOIL CANERINO

Un signore chiede al commesso di una ferramenta: -"Scusi vorrei una lima." e il commesso: -"Una lima come? A legno, a ferro, grande, piccola?" e il tale: -"Mah... una lima qualsiasi, devo solo limare il becco al mio canarino..." -"Ma guardi che lo uccide a limargli il becco!" -"Lei non si preoccupi, non sono affari che la riguardano, mi dia una lima e basta!!!" Il commesso gli da una lima a ferro ed il signore se ne va. Dopo una settimana l'uomo della ferramenta incontra quel famoso signore: -"Allora, come sta il suo canarino?" -"Eh, purtroppo è morto..." -"Io la avevo avvertita che sarebbe morto!" -"Ma non è morto mica a limargli il becco... è morto quando l'ho stretto nella morsa..."

 

Una pattuglia della stradale ferma un auto con alla guida un cane ed a fianco un uomo. L'agente si avvicina all'uomo: -"Ah bene! Facciamo pure guidare il cane, eh???" -"Beh... veramente io ho chiesto solo un passaggio!"

 

ALANOALANOAi giardini pubblici, due persone si incontrano ognuna col proprio cane, il primo con un barboncino, il secondo con un'alano. Mentre i due padroni parlano distrattamente, accade l'incredibile, l'alano mangia il barboncino in un sol boccone. Il padrone del barboncino disperato si gira: -"Oddìo... maledetto cagnaccio... che hai fatto!!!" Il padrone dell'alano cerca di tranquillizzarlo, ma lui: -"Quel barboncino mi è costato tre milioni!!!" E l'altro con tutta calma: -"Se è per questo il mio alano costa venti milioni!" Passa un pò di tempo e la scena ai BARBONCINOBARBONCINOgiardinetti si ripete, stavolta il primo dei due si presenta con un pechinese, ma l'alano di nuovo ne fa un sol boccone. Disperato il padrone: -"Di nuovo! Ma allora ce l'ha con me! Questo pechinese mi è costato dieci milioni!" E l'altro, tranquillo: -"Se è per questo il mio alano costa venti milioni!" Passa circa un mese e di nuovo i due si ritrovano ai giardinetti pubblici, stavolta il primo ha un bassotto. L'alano si avvicina al bassotto ed in un momento di distrazione dei padroni si avventa sul bassotto, ma questo si gira e sbrana l'alano. Il padrone dell'alano: -"Mamma mia! Il mio alano super addestrato! Mi era costato venti milioni!" E l'altro tranquillamente: -"Sapessi io che ne ho spesi cinquanta per far fare LA PLASTICA AL COCCODRILLO!"

 

 DUE AQUILE
(Carmelo AllettO)DUE AQUILE (Carmelo AllettO)

Due aquile vedono passare un aereo a reazione. -"Hai visto quello come corre?" e l'altra: -"Grazie... vorrei vedere te con il sedere in fiamme..."

 

La savana è tranquilla, si sente solamente il debole fruscio del vento in mezzo agli arbusti. All'improvviso la terra comincia a tremare, una nuvola di polvere si alza nel cielo, gli alberi cadono, tutti gli animali scappano terrorizzati. E' una mandria di elefanti che sta correndo a velocità folle.

 

 

In coda alla mandria c'è un topolino che corre con un'aria alquanto entusiasta. Incuriosito un uccello gli si affianca in volo e gli chiede: -"Ma dove state andando?" e il topolino, contento: -"Non lo so... però stiamo a fà un casino!!!"

 

 

 

Un esploratore parte per l'Africa a bordo di un aereo, questo per una causa inspiegabile precipita in mezzo alla foresta. Dopo due/tre mesi, non vedendolo più ritornare, partono le spedizioni di soccorso. Finalmente lo trovano, anche se ridotto in condizioni pietose, e lo riportano a casa. Dopo che si è ristabilito un amico lo va a trovare: -"Allora... cosa ti è successo durante questi mesi nella foresta?" -"Guarda questo non l'ho detto a nessuno, ma lo dico a te perchè sei il mio migliore amico..." -"Che c'è? Parla!" -"Eh, vedi... nella foresta c'era un gorilla che... mi ha... beh... non so come spiegartelo... mi ha... violentato!" -"Caspita! E lo dici così? Beh stai sicuro che non lo dirò a nessuno, rimarrà un segreto fra noi due!" -"Grazie... sei proprio un amico..." Tre mesi dopo i due si rivedono: -"Ciao, allora come va?" -"Eh, sai... ripenso ancora al gorilla..." -"Ancora con stà storia? Ma dai, te l'ho detto l'altra volta: di me ti puoi fidare, che non lo dico a nessuno... il gorilla non parla..." e l'altro, sospirando: -"Eh appunto, non parla, non scrive, non telefona... manco una cartolina!"

 

 

 

 

 

Un tedesco e un italiano si ritrovano nella giungla inseguiti da un leone. Ad un certo punto l'italiano si ferma ansimante ed estrae dalla borsa un paio di scarpe da ginnastica... al che il tedesco gli chiede: -"Ma coza fai? Zperi ti correre più feloce ti leone?" e l'italiano risponde: -"Più veloce del leone no... ma di te si!"

 

 

Due amici si incontrano: -"Pensa che ieri lo yorkshire della mia ragazza ha ucciso un mastino!" -"Porca miseria, e come ha fatto?" -"Gli è rimasto incastrato in gola!"

 

LA MUCCALA MUCCAUn contadino va al mercato e compra una vacca. Un amico lo vede arrivare e gli chiede: -"Ma se non hai una stalla! Dove la metti la vacca?" -"La metto sotto al letto!" -"Come sotto al letto? E come fai con tutta quella puzza?" -"Tanto dopo un pò s'abitua!"

 

 

Un cacciatore torna da un safari e racconta delle sue battute di caccia agli amici del circolo. -"Avevo un solo colpo nel fucile ed il leone si stava avvicinando. Io gli ho sparato ma l'ho ferito soltanto di striscio." -"Accidenti, e allora cosa hai fatto?" -"Mi è venuto incontro ed io ho incominciato a correre. Correvo, correvo, io correvo e lui dietro che slittava, io correvo e lui slittava, io che correvo e lui dietro che slittava sempre..." -"Porca miseria, io al posto tuo mi sarei cagato sotto!" -"E su cosa credi che slittasse?"

 

 

 

 

 


Rauchen ist Ungesund !

 

ECCO COSA TI COMBINA IL FUMOECCO COSA TI COMBINA IL FUMO

Durch Rauchen entstehen viele  Krankheiten. Ausgelöst werden diese vor allem durch die Inhaltsstoffe des Rauches. Schon der Laie kann die Teerstoffe erkennen. Sie färben den Filter einer Zigarette gelbbraun. Zum größten Teil werden sie in den Atemwegen abgelagert. Dadurch entstehen über kurz oder lang Atembeschwerden. Denn bei täglich z.B. 15 Zigaretten gelangennach 10 Jahren immerhin 1000 Gramm Teerstoffe in die Atemwege. Zunächst gelingt es den Flimmerhärchen in den Atemwegen, solche Ablagerungen wieder nach außen zu strudeln. Doch mit der Zeit schaffen sie es nichr mehr. Es lagern sich zunehmend mehr Teerstoffe in der Lunge ab. Diese Ablagerungen werden durch den sogenannten „Raucherhusten „ nur zum Teil nach außen befördert. Zusätzlich zu den Atembeschwerden besteht die Gefahr, daß Lungenkrebs entsteht. Das Risiko , daran zu erkranken, ist für Raucher bis zu 30 mal höher als für Nichtraucher! Gegenwärtig sterben in der Bundesrepublik Deutschland jährlich etwa 25.000 Menschen an Lungenkrebs, etwa 90 % davon sind Raucher. Aber auch die anderen Stationen der „Rauchstraße“ - Mundhöhle, Luftröhre und Kehlkopf - sin stark Krebsgefährdert. Das gilt auch für die Speiseröhre. Ein weiterer Schadstoff, der beim Rauchen anfällt, ist Nikotin. Dieses Gift wird über die Lunge ins Blut aufgenommen und so im ganzen Körper verteilt. In der Haut bewirkt es eine Verengung der kleinen Blutgefäße, die Hauttemperatur sinkt. Besonders vehängnisvoll kann sich diese Gefäßverengung in den Beinen auswirken. Zusätzliche Ablagerunge engen die Gefäße weiter ein, das Gewebe wird nicht mehr ausreichend mit Sauerstoff versorgt. In den Zehen treten Kältegefühl, Taubheit und Schmerzen auf. Im schlimmsten Fall komm es zu derart starken Durchblutungsstörungen, daß Teile des Fußes oder Beines amputiert werdenmüssen. Auch das im Rauch erhaltene Kohlenstoffmonoxyd schädigt den Kreislauf. Es verbindet sich besser als Sauerstoff mit dem roten Blutfarbstoff und beeinträchtigt somit die Sauerstoffversorgung. Zusätzlich wird durch die nikotinbedingte Verengung der Gefäße besonders das Herz belastet und geschädigt. Herzinfarkt und Tod können die Folge sein. Warum wird denn noch geraucht ?  Vile raucher haben es sich angewöhnt, bei Langeweile, starker Belastung am Arbeitsplatz oder nach dem essen eine Zigarette anzuzünden. Andere können von der Zigarette überhaupt nicht loskommen; man vermutet bie ihnen eine gewisse Abhängigkeit vom Nikotin.

 

17280009 INCROCIO A SIEGEN PRIMA DI CITY GALLERIE

FOTO COL GHIACCIO Download

FOTO ORTO 2013

SFILATA FINALE 68^ SAGRA DEL MANDORLO IN FIORE

Sagra del Mandorlo in Fiore Fiaccolata Febbraio 2013

SFILATA CARRETTI SICILIANI A VITTORIA 2013 F S,GIOVANNI

Carretti Siciliani 2013

Francesca Marini canta Adagio

Gags Compilation Fanny liliumjoker

 

.
.
.